Un attacco di panico è un episodio improvviso di paura intensa che si sviluppa senza una ragione apparente e che può manifestarsi anche sotto forma di sintomi fisici, come ad esempio: polso accelerato (tachicardia), dolore al petto o allo stomaco, difficoltà respiratorie, L’attacco di panico nel sonno colpisce almeno una volta nella vita tutte le persone che vivono già una problematica di ansia. L’attacco di panico si manifesta come una improvvisa ondata di paura di estrema intensità. Poiché il Center for Disease Control and Prevention riporta che le malattie cardiache sono la prima causa di morte negli Stati Uniti (circa il 29% dei decessi), è importante non correre rischi. Anche se è difficile mantenere la razionalità durante un attacco di panico ricorda che si tratta di un fenomeno transitorio e momentaneo: l’ attacco di panico passa sempre, gradualmente scompare. Di per sé, l'attacco di panico tende ad essere autolimitante e ad esaurirsi nell'arco di un intervallo di tempo più o meno ampio. Il termine “ panico ” deriva dal nome del dio Pan, il dio dei pascoli e della natura.Il dio Pan era un essere spaventoso, aveva infatti il corpo mezzo umano e mezzo caprino. E’ frequente sentirsi impotenti in quella che sembra (ma spesso non è) una situazione apparentemente semplice. Diciamo innanzitutto che si tratta di una specie di “degenerazione” dell’ansia in qualcosa di più profondo e emotivamente importante. A forza di comandi di attacco o fuga, l’amigdala (mediatore centrale delle emozioni) risulta super-stimolata e sovraeccitata e si palesa con l’attacco di panico. Sono classificati in attesi (o situazionali) e inaspettati.I primi si verificano quando è presente un elemento che già in passato ha scatenato la stessa reazione.Ad esempio, se si è già presentato un attacco di panico in una stazione ferroviaria e la situazione … L’attacco di panico è una crisi d’ansia acuta, che si manifesta all’improvviso con una sintomatologia fisica ed emotiva, spesso senza stimoli che giustifichino la comparsa dei sintomi. Abbiamo quindi … Nell’A.d.P., prevalgono d’istinto i vecchi meccanismi, degli uomini delle caverne, che incitano a … Prima di capire come gestire la situazione, è importante essere consapevoli di ciò che sta accadendo e quindi imparare a riconoscere un attacco di panico. Attacchi di panico. L’attacco di panico è la comparsa improvvisa e inaspettata di un terrore molto intenso, che insorge di colpo, senza un’apparente causa scatenante, raggiunge il picco in pochi minuti e ha una durata di circa 5’-20’ (anche se alcuni possono durare fino a 1 ora). Gli attacchi di panico sono episodi durante i quali, chi ne soffre, è preda di una forte ansia e paura molto intensa, senza un apparente pericolo. Attacco di panico e infarto. Attacchi di panico isolati, solitamente, non richiedono un trattamento specifico; mentre attacchi ripetuti e lo stesso disturbo di panico possono richiedere più spesso una terapia mirata. L’attacco di panico fa parte di una sindrome definita DAP (disturbo da attacchi di panico) ed è caratterizzato da una complessa sintomatologia. Vorremmo sentirci utili alla persona che sviluppa un attacco di panico ed evitare di danneggiarla ulteriormente. Assistere all’attacco di panico di una persona, soprattutto se cara, può rivelarsi un’esperienza traumatica e molto impegnativa per chiunque. Queste terribili sensazioni tendono a raggiungere un picco nell’arco di 10 minuti e poi cominciano a diminuire di intensità. Cos’è l’attacco di panico. Dato che i sintomi sono molto simili, spesso chi ha un attacco di panico crede di avere un infarto. La sensazione di morire e di impazzire è un sintomo tipico dell’attacco di panico, ma sappi che l’attacco di panico non ti uccide. Gli attacchi di panico sono delle brevi ma intense crisi di paura e ansia, che si presentano in assenza di un vero pericolo.