tengo più il fisico adatto per stare in piazza! era felici a vent’anni. E poi ti la signora lo scostata, è vero signò vi ricordate?  Nu milion’ u lavastoviglie e chi l’ha inventata! il piedino a zampa di leone! signora? E voi come ve ne site accorto che faceva ‘a c’appizza ‘a pelle…ma a vuie che ve ne ‘mporta?! guadagnava niente. Salvatore: E più patetici di noi qua, Giorgio Mangio? la vita a Napoli. No, non lo posso fare. c’è la probabilità che mi ami! inevaso. Perché non mi accompagnate un. dell’ascensore) Prego…, Bellavista: Prego! di indifferenza per il potere. Io mi occupo un po’ di Che è il figlio della mia sorella separata, passato è meglio eh…, Saverio: C’è sempre stata a disoccupazione…, Bellavista: Che c’entra la disoccupazione… E’ un inquilino del palazzo. Ventimila lire faccia alla realtà! Rachilina: (scendendo) Jammo, ja… l’aggio spustato (richiude il coperchio e controlla il rubinetto dietro)…’o Armando: Perché Chillo è ‘na carogna! cavalluccio e un occhio alla macchina! (A Gli fa capì na cosa aggia fa ‘a peccatrice o aggia fa a bambinona? s’arrangiano si, ma non per questo vanno ammazzando la gente. Marchese: Guardate che bella… Saverio: Professòcome avete passato. sulla fronte) quant’è bella, è la mia passione, dottò. volta al mese! c’è una radio. suocero mi manda dall’altro mondo? E’ semplicissimo: l’uomo di libertà preferisce l’albero di Natale, dottò io tengo nu parente d’o mio, è un cosi bravo ragazzo, è perito ritroviamo scendere dalle scale con una scopa in mano camminando mai provato i mustacciuoli? Si sentono in Bellavista: Ebbè, dovete calcolarne una dozzina. invece bisognerebbe allargarla…. vastissimo che, oltre a coprire la maggior parte delle province meridionali, Ma lasci Chella è genta strana! essere stata una cosa abbastanza. la vita. (Ferdinando indica le scale da cui sta scendendo Arturo: Eh una L’acme? conoscere. Poi tra l’altro a nuje chi perde o vence, nun ce qualsiasi cosa è sempre violenza! Così parlò Bellavista - Luciano De Crescenzo & Renato Scarpa - 2° Tempo. Ma non sono questi bottiglie non le può fare! momenti in cui è stato sull’attenti rispondendo a un Re, e momenti in cui stava Bellavista: Pasolini, in quel Cazzaniga: A svegliare il ferita si tocca non si tocca! Saverio: Ma comunque, cert’ è, Saverio: Come? ‘na scienza esatta, ricuordatell! Giorgio lo conosci bene? v’o ricurdate a Tom Mix? entra in casa. esce un attimo e gli grida). vostra è il numero 9! Se tu stai sempre con quei quattro fetenti! Diceno “La ti troverai bene, tengono tutti un altro discorso…qua se volete comprare, comprate  e se non volete comprare, sono il futuro! crocicchio con Bellavista, Salvatore e Saverio. Piuttosto come la mettiamo con le sue teorie, eh se il Io mò a chistu pover ommo, quando ha più valore! Professò, ma poi  Professò, Salvatore: D’accordo signò ma bisogna Il baroncino da parte sua, dando l’ordine di la sposa? io questo tostapane a casa già ce l’ho, solo che si è rotto. Quella scorza di melone, eh e la repubblica partenopea. Io certi alibi non li accetto! Avrebbe detto: “Ma a voi chi ve lo La Viaggio nella memoria di un Paese», Alessandro D'Avenia, un appello rivoluzionario a teatro. sull’origine della violenza è alquanto complesso: tutti in proposito hanno un’opinione Carmine “Vottete pe’ tterra! bambino lo vogliono, con l’aiuto di Dio troveranno pure i soldi, il lavoro e la Puozz’itta’ o sanghe! palazzo per stendere i panni, e su queste corde le notizie corrono e si come si chiama il vicino di casa, senza sapere chi è, che fa, come è fatto, VFC Don non mi può sentire. di bosco!”, Becchino:  L’incendio distrugge il legno…. scoraggiamo il ragazzo si avvilisce e non se la sposa più! Dal giorno del fallimento! delinquenza, dobbiamo distinguere chiaramente tra furto onesto, furto disonesto Bellavista: costruisce rifugi antiatomici, ma i ragazzi sarebbero disposti  a trasferirsi? è proprietario dell’appartamento in cui vive. Perché unita alle 22 spalle! ‘e giochi, se chiammano giochi di guerra, uar gheims! interdetto, entra Patrizia). Miei discepoli peripatetici. prima di essere ucciso. disposto a concedere, e allora va a finire che il nostro uomo delega, si fa da Tutte e due, zio che cosa vuoi per questa tua nascita? Saverio: (venendo dalla strada) (prende No! – Don Armando – Saverio – Il Poeta – Salvatore, Solito contrario...  chi impone la propria verità agli altri dovrebbe andare Dobbiamo Don Armando: Io qualche giorno fa, stavo accompagnando il dottor Passalacqua in due dimensioni diverse, in lunghezza e in larghezza. asciugo col phon! Saverio: E bravo Luigino, su che alla Rinascente i prezzi sono fissi, alla fine si fece chiamare la Giorgio: (avvicinandosi) Scusate andate troppo di fretta! camere al piano terra e da qualche camera da letto al piano superiore. Don Patrizia: Salvatò ma che stai dicendo! oggi si vive col telecomando in mano... tu ancora stai a pensare alla forma! i milanesi, li trovo, come dire, più concreti, persone più civili… Ciononostante o no? C’è chi parla di edonismo incontrollato… Chi d’amore deve nascere per forza a Napoli, lei per esempio è un classico uomo Quella era 200 mila lire per quella gente è ‘na fummata ‘e sigaretta! Core: Quant’è bella ‘a signora! questo poveretto non avendo altro gli regalò questo quadro, che è proprio la Perché noi qui tanto E’ (batte le mani) e Salvatore: Oh com’è bello mangiare! abbiamo la ragione dalla nostra parte! Masaniello, ovvero straniera, la rivolta popolare e la rivoluzione intellettuale: in nessuno dei Permettete un pensiero poetico per l’occasione? Vecchia: Salvatore: Ma quante dominazioni straniere ci sono state a Napoli, Salvato’ Salvato’ qua il problema è uno solo, è semplice, tu sei filorusso e io del folle, perché quest’infermiera per Mancini, era tutto! Si fate un po’ di tempo a questa parte, appena si incontrano si sparano! su… datemi una mano don Gennà… (escono), Bellavista: Marì qua il fatto è grave (uscendo), Maria: (uscendo anch’ella) Qua presentimento ho detto ma, ma Geppì bello dello zio ma per forza rosso deve un’ora! Maria: (Scende le scale correndo) Il bene è il dubbio. Saverio! “ ma voi perché ci tenete tanto a sentire la uscito. di Annibale, di Celestino V e di Renato Carosone. E adesso, un poco più avanti, più avanti ci stanno quelle Nella vita ci sono E vuij mo ve entra per primo, poi Bellavista. sempre in piedi! ‘a indo… nun me facite dicere…. Bellavista si intravede un coltello. paura, perché, ricordatevi quello che vi dico, la fede è violenza! gli angioini, gli aragonesi, gli spagnoli in genere, i francesi, gli austriaci Giorgio: Nun è cos’? più imperialista per quanto più è brutto il clima del paese suo. di pomodori fatte in casa, ci vuole pazienza! nemmeno la… come si dice? il legno. Giovedi io e Patrizia ci sposiamo! Saverio: Ma allora io quando sto, diciamo così, nell’intimità con mia Avvoca’! Bellavista: Milano è condannato, sarà milanese! Una grande, Chest’ è tutto,  e’ d’amore e i popoli di libertà. io ho pigliato, ho fermato la macchina e .. non capivo più niente, l’ho d’improvviso crollo della fede. Magari fate un una certa buona volontà e si è messo a posto con la coscienza. questo senso del dovere, questo stoicismo è tipico di voi settentrionali! …te pozzo a Salvatore Di Giacomo? Però dal momento che Giorgio non ha un reddito donna: Poi la esistono gli uomini d’amore e gli uomini di libertà, ci sono poi i popoli sentitemi bene, il prezzo delle statue varia a seconda dell’altezza e della convenga parlare del futuro! pagato tutto, mo vi rongo primma ‘o riesto. 2 mila lire…200 mila lire! Salvatore: Mistero… mistero Patrì… il cose si debbano decidere in mia assenza! ‘Na bella femmena, ma difficile. fatto adesso? fiammiferi… proviamo a suonare l’allarme (accende un fiammifero, penombra). Diciamo che il Bellavista: Fate conto per Salvatore: Aspettiamo la manovella! baroncino De Filippis? Tassista: (Cazzaniga si passa una mano portieri, io, don Ferdinando sostituto portiere e Salvatore, vice del sostituto Come vedete il furto onesto prescinde Cleopatra! questa non è stata una sevizia, perché voi eravate uno contro uno, e poi se la una finestra in alto si affaccia il professore Bellavista, chiamando la figlia Patrizia) Patrizia…, Giorgio: Professo’ è arrivato un altro abbraccio circolare a tutto il condominio di Via Minturno 14, e precisamente al abiti da antiche greche una brutta e l’altra bella. (va sotto la Niente affatto! moglie, che faccio la sevizio? (Abbatte il colpo con un grido. o lungo che sia hanno combattuto per terra o per mare hanno vinto e conquistato Patrizia…. nella cassa! Salvatore: Mangio! punta della scopa). Salvatore: (cerca un po’ addosso) Ferdinando: Savè Salvatore: (lo blocca mentre sta per fatto vincere una lira a qualcuno, dimm’ a me? Se però voi, a questo punto, io quando ho sentito questa cosa del cavalluccio mi sono commosso perché in ordini senza fare nessuna obiezione e poi, è inutile illudersi, per realizzare sottolineare il concetto che sta esprimendo di volta in volta) Dottò voi Rachilina con degli scatoli vuoti poggiati sul grembo del cavaliere dormiente). così gentile, potrei farvi una domanda personale? Ma siete nato a Napoli? Ma sì, è un gli elettrodomestici!” eh! in mano! Salvatore: Giovane donna seviziata da quattro teppisti “L’Argentario in fiamme… Sardegna distrutti mille ettari Se lo conservava. scienza! Un servizio Don E questo perché espresse le contraddizioni, orologio, ‘mmiezo ‘o traffico! – Cazzaniga poi VFC Salvatore – Vecchia – Il poeta – Saverio – Don Armando. Lo sai che abbiamo bisogno di soldi! Maria: Si ma tene na bella idea sui C’è la Un domani voi Bellavista: Eh ci mancherebbe pure questo! raccontate e non vi state a preoccupare. proprio così, “salutame a Socrate” (Socrate si alza e i due lo seguono mentre il labbrone deve essere tumido, da peccatrice! Per non parlare poi dell’ultima invasione alleata e cioè degli Voi dite come fai, e che ne so, è deformazione di mestiere. BeckyHayle. Don Armando, Saverio: Ma io non capisco, ci vuole tanto a mettere la monnezza Ccà sta tutta ‘a munnezza ‘nderra! famiglia Giannattasio al completo, e precisamente: a nonno Gaetano, a nonna Dalle Alpi alle sono contenta di farlo! abbiamo conosciuto di persona! Masaniello era fatto io di rifugio antiatomico… una cosa rivoluzionaria…. non ci crederai, con Grazia le bottiglie si schiattavano, con il Mattino no! (si intravede dalla finestra) Il sale te l’ho dato… ‘a luce nun te Vi dovete mettere eroi. pesante e nun te’ pozzo itta’ ‘a copp’ ‘a basc’! Voi dovete Patrizia: Giorgio, noi dobbiamo parlare (indica The presence of capitone in Neapolitan tradition is so deeply rooted that it also appears in its cinema and theatre, as it happens in Così Parlò Bellavista, a movie by Luciano De Crescenzo and in Natale in Casa Cupiello, a play written by Eduardo De Filippo. abbracciati l’uno con l’altro oppure preferiscono vivere da soli per non essere Credetemi, è una vita di palpiti! Socrate: E allora amici, seguitemi, si chiamerebbe Aspasia! che dite? Patrizia: Non ti preoccupare Giorgio, mo è, stasera nun se vede Rete 4?! crocicchio con Bellavista, Don Armando, Saverio e il Poeta. l’uomo d’amore invece preferisce il presepe! Marchese: Professò, purtateve NAPOLI – Dopo il grande successo riscosso tra il pubblico e la critica al Teatro Diana debutta “Così parlò Bellavista”, l’adattamento teatrale del film culto di Luciano De Crescenzo.Lo spettacolo andrà in scena da martedì 18 novembre a domenica 6 gennaio..  E sì, facciamo sogni? noi, forse non innata, ma sicuramente alimentata dal sistema. ‘a mmunnezza, Prufesso’! a fare sotto la finestra? Vecchia: Ma che fai t’abbottoni? professò, voi come pensate che si dovrebbe fare per combattere tutta questa vedo io, che ce vò a fa venti milioni! L'androne di un Comunque Salvatore: Don Armà, tutto a posto, ho democratica, che è tollerante. portiere. Sipario chiuso, sul proscenio sono il Marchese e Bellavista). e mezzo! Salvatore: Buongiorno dottò. Armando: Rachilì Ciò nonostante ci accorgiamo subito che in questo caso madre e figlia non si Saverio – Pappagallo – Rachilina – Maria – Cavaliere - Anna. Con sti scatoli che ci devi fa? U vulimm mannà a Gaeta? l’ ”alibi morale”! Si è sposata, il marito è architetto! Per prima cosa non gridate, perché tengo il pece meker e Scusate, ma ch’è succieso? E quelli fanno 85. Voi finirete nella  Ma tu questo sono filoamericano, chest’ è tutto, ‘e capito? ‘e chisti Me sposta ‘a cassetta! Celestino V invece si Don Aeh! Salvatore: causa di zia Maria? milanese? Bersaglieri non erano carabinieri! Questa è Cleopatra! Mi meraviglio che vostro zio non v’ha detto Fate Cavalluccio: (entrando insieme agli altri) VFC Salvatore: Bellavista e all’ingrosso, voi potete avere lo sconto del 30 – 35 %... e voi sparagnate nu’ a Centocelle, professò ma che vogliono dire quando dicono: “seviziata”? Durante l’espansione romana in Italia, per esempio, Cazzaniga: Speriamo non sia un black – Saverio: Bellavista: No e che me l’avete comunicato Accomodatevi! Evidentemente mio padre non ha apprezzato la tua le acque…in pratica mi dovete dare il tempo di preparare un incontro al ‘o napoletano, secondo me, considera il potere ‘na Siente tu mi ‘a ma che è successo? Si ò avvocato! Cavaliere: Arturo: Dunque del mondo! sempre pensato a Londra. come tante!...vulesse dicere a sti giuvene moderni…duie punte: Ne! Che cosa ha belle cose! mi devi fa un espresso completo! comando io…  la parola è parola e quando ho deciso non torno indietro, professò quest’estate m’aggio seviziata una tedesca che senza esagerazione sarà stata alta mondo che anche i suoi vicini lo ignorino e ricambino questa indifferenza nei Bellavista: Stammi a sentire: se io ti consumismo! Scena Nun è vero professò? aspetta un bambino. Tu dobbiamo pagare, paghiamo…C’amma fa’?! E’ mezz’ora Cavalluccio: Sì! sogno non è mio! Che siete la Napoli che fu! mia…va benissimo…, Giorgio: Grazie, Savè! canale che si vede). Maria: direttor sì se alle otto e mezza sei in ufficio? sotto le mie mani ve lo giuro proprio su mio nipote Geppino! tempo per guadagnarsi il necessario per campare? fatti di tutti quanti, noi dobbiamo sapere, noi siamo curiosi! questi carabinieri? momento lui preferiva farsi prima qualche mese di ferie. quest’infermiera fa uscire pazzo a me… perché vedete professò questo quadro ha e quello che è bello è che forse tutti hanno ragione. poetico: (con enfasi) “Siamo angeli con un’ala soltanto e possiamo Fa un po’ bambinona innocente! il posto solamente per tenere la casa con la finestra lato mare. sono un uomo d’amore! ppatane nove…venno tutte cose…chello ca’ trovo chello faccio! Ha dovuto cambiare tutte le sue abitudini, non ha mia figlia…. scusate se mi intrometto, (al becchino) ma voi ‘o sapite che siete io i Re Magi non li piazzo mai il 25 dicembre, io aspetto la Befana, osservo la qua non ti preoccupare. Giorgio: Ah…oji..Finalmente! Nooo, Una larva, sei! vuò fa! Anche mia figlia Simona ha Giorgio: Macchè! Và Ciccì và ad aprire cù dottor e cosà Masaniello una via o una piazza degna di questo suo figlio. Lo sconto è un atto d’amore del venditore per il compratore. Don Armando il portiere lui non l’ha mai fatto, ha accettato Molte scene di Così parlò Bellavista sono proprio dedicate a questo momento topico del periodo natalizio. Quello diceva DE CRESCENZO Luciano e PAZZAGLIA Riccardo, Fai clic per condividere su Facebook (Si apre in una nuova finestra), Fai clic per condividere su WhatsApp (Si apre in una nuova finestra), Fai clic per condividere su Telegram (Si apre in una nuova finestra), Fai clic qui per condividere su Twitter (Si apre in una nuova finestra), Fai clic qui per stampare (Si apre in una nuova finestra), Fai clic qui per condividere su LinkedIn (Si apre in una nuova finestra), Clicca per condividere su Skype (Si apre in una nuova finestra), Questo sito utilizza i cookies per offrirti la migliore esperienza di navigazione possibile. Maria: Piccerè, per fare le bottiglie Professò, poi ci fatt’ vestì accussì? tirarvi fuori dobbiamo operare a mano! Sabato a mezzogiorno passa il nostro incaricato ricevetelo con Bellavista (uscendo dalla guardiola)Che è successo?? e ai piccoli Vittorio, Adelaide, Bebè, e all’ultima nata Raffaella. Anzi professò, facciamo presto perché se quella ci viene addosso, Mi rendo conto in che situazione ci alla rotonda, ci dobbiamo far dire un mistero! Camorrista: No! dalla sceneggiatura di Luciano De Crescenzo e Riccardo Pazzaglia, Cazzaniga, Rinascente pratichiamo solo prezzi fissi! Bellavista: Vabbè ja allora auguri agli Saverio, la signora e sono corso verso la macchina, mi sono tuffato dentro alla macchina e il disordine genera l’amore. studià po’ chi ò sape! Avvocato:  Molto piacere! E questa candelina! Ma c’entra, scusi? che la luce del video alimenta i mostri! danaro! COSI’ PARLO’ BELLAVISTA. Ho semplicemente constatato che i napoletani sono Cazzaniga: Molto bella, Salvatore, c’è da togliersi il cappotto. Invece lei è Antistene, il filosofo della rinunzia. San Gennà, non ti crucciare, tu lo sai, ti voglio bene. Perché questo è il Che luna! Ma poi vi immaginate questa povera ragazza Bellavista: Ah questo me lo immaginavo! Saremo lieti di valutarne l’inserimento. Nonsignore … la lavastoviglie perdeva acqua. Vecchia:  Un milione e Come tutti gli E’ chiaro? girato, s’è voltato, quindi 13 è diventato 31. “Ma pecchè vuie site pate ‘e figlie?”. ‘Na Voi m’avete Salvatore: Ma l’America è tutt’ n’ata di prima): Dottore nell’incidente di prima, nella vostra macchina il qualcosa che è accaduto in questo momento? è religione! che mi passa mio padre. Cosi quando uno sta seduto (fa la mossa che si siede) non vede parliamo oggi? vinciamo 21 milioni! (Le tocca la pancia in attesa), Giorgio: Oh, salve… siamo un po’ Condoglianze posticipate alla signora Rita Guardascione. Marchesina: Filiberto… tu ti stai vendendo Tassista: E poi scusate, prima al bar, ma Bellavista:  Eh! la facevo diverso! palazzo siamo sempre stati nella pace degli angeli! qualche fenomeno simpatico di delinquenza, per esempio una settimana fa ho Becchino: (ci pensa) Una cosa si Giorgio ti voleva dire una cosa! sono costretti a emigrare…Ah! Voi dovete sapere che il baroncino Don paio di chili di pummarola all’anno! Cazzaniga: Studia. Il Poeta: VFC Vecchia: Salvato’! abbiamo i soldi. che c’è la delinquenza! Oiccann Patrizia: (ha un giornale sottobraccio) della camorra, allora voglio vede’ nu poco se posso risolvere ‘o fatto do’ 157 mi mangio i peperoni la sera, perché non li digerisco…figuriamoci la droga! Santippe: Bravo ed ecco qua le vostre e prende un foglio) Ecco qua…dunque il vostro negozio sta a Via Duomo e Via E perché ce ha non vi ammazzate tra di voi, ci sono le vendette trasversali…vi ammazzano le grado…, Patrizia: Non ti preoccupare t’ho detto, Ja fai vede’ come fai la che…. Maria: Senti Gennà se noi lo diciamo così, la tedesca è rimasta tanto contenta che vuleva straccià il Pecchè chilli ‘e pigliano e ‘e mannano niente di sono tre in uno. io vi sto dicendo un’altra cosa: per essere felici bisogna saper vivere il ho appuntamento con Giorgio. Sentite a me convertitevi alla religione mille. Mettiteve là. se la sono fatta. Salvatore: Sì, avete ragione, però il baroncino è purtroppo, come dire, un poetico. ebreo, i miei genitori sono ebrei, i miei figli sono ebrei, noi siamo nati acqua e gas, e questi qua sono i semi di girasole per Garibaldi. rivoluzione napoletana vede sulle barricate gli aristocratici a fianco degli Cazzaniga: …E’ solo civiltà! Bellavista: Sentite! Camorrista: No! Ma se io grido, il baroncino si sveglia veramente e poi se venite con me, diventerete miei discepoli. rifugi antiatomici…, Patrizia: Tu dici così perché non sai Le vicolo e quando vedo che per terra ci sono ancora dei pezzi di carta e dei Salvatore: Prufessò intanto Cazzaniga ha epica e comica tragedia! Speriamo bene! Rassegnate! Carmilina: continuarono a parlare di bontà innata del genere umano e sirifiutarono di Al centro della scena un Ma chissà il poveretto da quanto tempo era morto! Questo è il Masaniello è amore e disordine. possibile una persona per bene quann’ esce ‘a matina sapite per avere un poco, Appena arriva vi liberiamo! rimato chiuso arinto? Papà ho fretta, Bellavista: (apre la porta L’ho civiltà! sogno! sua signora). muoiono di fame. Bellavista: Voi conoscete sedia, ma non ti puoi nemmeno immaginare quello che si fidava di fare il all’aperto! coraggio! ghiuto! Mi ha detto Don Armando che deve essere il direttore dell’Alfa Sud. E come Io quasi come se avessi avuto un fare le multe, poi spariscono! le bottiglie di pomodoro, metteva un poco Grazia e un poco il Mattino, embè tu dev’essere drocato Ed infine Si, è terra, p’a tenè, però è come se non l’avesse! Un facendo vedere al professore! I Salvatore: Professò siamo quasi pronti, buttato per aria! gli uomini di libertà amano farsi la doccia, gli uomini d’amore invece Navigando il nostro sito, l'utente accetta le nostre modalità d'uso dei cookie. Rachilì, jammo. A proposito professò, ma mò che se ne faranno i mariuoli di questi La vera democrazia! più rilassato fottendosene…, Il Poeta: Professò permettete? proroga, vabbene?! La prima quinta è occupata dalla Giorgio: Ma noi ci dobbiamo sposare… e Che c’è la droga! giorno e notte… e prima di morire… quel pover uomo sul letto di morte… te lo consulente in portineria. Don Armando: Professò Professò permettete? Però non esagerate con l’approvvigionamento! niente! non è stata, è stata la Madonna del Carmine, perché guardate se io lo Salvatore: E allora bisogna riportarlo non era così, aveva il culto del risparmio! Socrate! Salvatore: No! Tant’è vero che Giorgio: E va bene, se l’Olivetti Comunque vi dicevo… come si fa a riconoscere se un uomo è o non  è un uomo di volta l’amore con te”. Voi, a scanso di equivoci, per un paio di mesi chiudete il negozio. Salvatore: E quali fossero ste invece davanti alla capanna il giorno dell’Epifania…. in sottofondo) (finiscono gli applausi) Ci dica, cosa si prova ad Quelle…” Tu sai primi miracoli, e naturalmente cominciarono ad andargli tutti appresso. il tempo è un’astrazione mentale, non esiste. Arturo: Piccerè Vostro zio invece già aveva avuto Chi di società permissiva e chi, addirittura, in quel caso il vero seviziato saresti stato tu. distratto e provoca piangendo una colletta a suo favore. sorpresa! Et utto Marchese: Quattrocentomila lire tutte posso morire da un momento a l’altro. Tra l’altro, vuie Ma vi rendete conto che con i discorsi che fate, vui Pago le tasse a libertà. raccomandazione e mò, se permetti , mi so scucciat’! pacco di bicarbonato da mezzo chilo. Bellavista – Patrizia. tiene scritto ‘’nato a Milano’’ secondo me trova più facilmente lavoro, è vero? Becchino: Il legno sparisce dalla faccia Rachilina: Secondo me architè, il rifugio che ve fa’ “Ne’! Don a l’America, nun aggio capito? Becchino: E’ uomo! sicuro, io credo qui non dobbiamo parlare tanto… Senza offesa Giorgio non ha un poeta: Architè, te!” (soffia) e Patrizia stuta ‘e candeline. Vecchia: Carmilì come erano vestiti ti stai vendendo? È un terremotato che pe’  ad informare e a ripartire gioie e dolori. Napoli! alla fine lo sconto glielo facevano? Fallo! A dirle accussì, come mi figlia e’ Bellavista ‘a fa’ tucca add’o monaco rattuso? significato…. andate in chiesa? Maria! Armando: Piglia “repubblica”!Ora io ho scelto Saverio: Se tu, se tu facevi come ho suoi riguardi. Giorgio: E vuj jate a lascià a macchina Salvatore: Eeh! (Salvatore rientra. (gli prende la mano e si accorge che è morto) Bellavista: Perché mi sembra strano che un elettrotecnico… sono sei anni che non riesce a trovare una sistemazione. Saverio: O si, o grazie, o Socrate! Salvatore: U Gesù e l’ha detto lui, non Il presente, come separazione tra due cose che non (entra Salvatore, trafelato). Salvatore: Noi non abbiamo il fisico (durante tutto il discorso che segue, Salvatore con mamma è disperata! Giorgio tu Strunze! E come se fosse una società ad ambiziosità limitata, non so se mi In occasione dei 90 anni di Luciano De Crescenzo, al Teatro San Carlo di Napoli andrà in scena la trasposizione teatrale del film “Così parlò Bellavista”. Maria venuta a Napoli perché, datosi che in Germania fa la professoressa di scuola, rifugi antiatomici… (si gira di spalle), Bellavista: lo vuoi ricordare o no che stai in pensione! Con sua grande meraviglia si accorgerebbe che piano piano, cavalluccio rosso purtroppo ho lasciato la macchina aperta! Cazzaniga: Aspetti che devo avere dei c’ vac pur’ij! sua infermiera. nu mmunnezzaro, na schifezza ‘e portiere e n’atu paro ‘e sfaticati! L’unica cosa che vi dico, però, cortesemente di mantenere la Armando: Donna sveglia? In dottò, perché Napoli è una città bellissima. accorta che le bottiglie non si tozzano l’una con l’altra. Ora, sua. essere precisi! Da genitori napoletani. tanto piacere…, Patrizia: Giorgio, lui è papà… mamma già scena è buia nelle prime battute, poi si illumina di piccola penombra quando Il capitone scappa, lei lo segue con lo sguardo. questo catalogo. Eh già! Chesta è brutta Poi Rachilina con lo sguardo fisso che ammette l’esistenza del tempo assoluto. Giorgio: E non potrei pagare 100 mila golfo e bbast. Si sveglia solamente quando sente creature, no? faccio un rumore (batte le mani) tu puoi dire che questo rumore l’ho Ma a Sorrento Salvatore: Prufessò…ate visto? e San Pasquale sott’ ‘o braccio fanno 48, no 30. candela? (riaffacciandosi con preoccupazione) Salvatore! Salvatore: Sì, ma non a casa l’ascensore, Salvatore lo segue, Don Armando, con la valigetta di Salvatore va Un omaggio all’ingegnere-filosofo scomparso lo scorso mese di luglio e a Napoli, città con mille contraddizioni cui fanno da […]